Home Blog [VIDEO] Prima corsa prova per la E464 ibrida

[VIDEO] Prima corsa prova per la E464 ibrida

721
0

FOLIGNO – Si sono svolte oggi, tra Foligno e Spoleto, le prove in linea della prima E464 dotata di batterie che presto sarà utilizzata per l’imbarco autonomo dei treni InterCity sulle navi traghetto di RFI sullo Stretto di Messina. Si tratta della E464 199 (diventata ibrida) approntata presso le OMC di Foligno. In esclusiva abbiamo documentato il rientro del convoglio nella stazione di Foligno, avvenuto poco dopo alle ore 13.00 circa, in composizione con due carrozze Z1 e la locomotiva E464 370 in coda.

Questa nuova configurazione tecnica fa seguito alla recente revisione delle due composizioni dei treni InterCity, finanziati dal MIMS per la continuità territoriale Palermo/Siracusa – Roma, che dallo scorso 12/06/2022 stanno viaggiando con due mini-convogli rispettivamente con E464 e quattro carrozze. In testa una semipilota Z1.

La revisione generale dei treni Sicilia – Roma è frutto della proposta che nel 2015 la nostra Associazione ha elaborato per velocizzare i collegamenti con Roma: condivisa dal Comitato #IlFerribotteNonSiTocca (di cui facciamo parte) e alla collaborazione con il sindacato ORSA è stata sottoposta ai massimi vertici del Ministero delle Infrastrutture e delle FS. Peccato ci sia voluto “soltanto” 7 anni per vederla realizzata.

COSA CAMBIA
L’alimentazione a batterie permetterà l’eliminazione della manovra con l’ausilio di altri mezzi ferroviari tra le invasature delle navi traghetto sia dall’impianto ferroviario di Messina Centrale che Villa San Giovanni, con un risparmio complessivo che dovrebbe attestarsi in circa 10 minuti. Ad esempio l’InterCity 728 tra l’arrivo a Messina Centrale e la partenza da Villa San Giovanni si dovrebbe passare dalle 2h10 a circa 2h00.

CONSIDERAZIONI
E’ pur vero che si tratta di un piccolo passo per portare a tempi più ragionevoli l’attraversamento dei treni sullo Stretto di Messina, però ancora una volta ripetiamo che investimenti per la costruzione di nuove navi e queste modifiche tecniche risulteranno irrilevanti se non sarà rivisitata nel complesso l’infrastruttura e le tracce orarie, in particolare tra Villa San Giovanni e Roma (negli ultimi 20 anni incrementate di circa 1h00), cosi come l’eliminazione delle fermate di Gioia Tauro, Sapri, Aversa, Formia, Latina, certamente non funzionali a ridurre l’insularità della Sicilia. A tal proposito ancora attendiamo che la politica siciliana sollevi questa problematica al MIMS.

In anteprima il convoglio con la E464 199 nella stazione FS di Foligno
Foligno, 07 luglio 2022 | Video, Paolo Gangemi

© Riservato ogni diritto e utilizzo

Ferrovie Siciliane è un’Associazione indipendente che espone argomenti di mobilità e infrastrutture con dati e esperienze dirette. Non riceviamo finanziamenti pubblici o privati per la gestione di questo blog cosi come di tutte le attività culturali, didattiche e di tutela. Sostienici attraverso una donazione con PayPal.

I contenuti presenti su questo sito web (a titolo puramente esemplificativo: testi, immagini, segni distintivi, file audio e video) non possono, né totalmente né in parte, essere riprodotti, trasferiti, caricati, pubblicati o distribuiti in qualsiasi modo senza il preventivo consenso scritto espresso di Ferrovie Siciliane.

(721)