Home Comitato Pro Nave traghetto Messina

Comitato Pro Nave traghetto Messina

IL COMITATO
Il 25 novembre 2011 su iniziativa di Giovanni Russo e di Giovan Giuseppe Mellusi è stato costituito in seno all’Associazione Ferrovie Siciliane il Comitato pro nave traghetto Messina, affinchè la nuova nave traghetto commissionata dalle Ferrovie dello Stato Italiane, in via di realizzazione presso i Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara (MS), venga battezzata con il nome di Messina, in ricordo dell’omonimo traghetto, radiato nel 1981 dopo ben 57 anni di servizio.

La storica imbarcazione rappresentò il simbolo della rinascita della città dello Stretto dopo il disastroso sisma del 1908 e il suo arrivo in città fu salutato con particolare giubilo dalla cittadinanza che volle offrire in dono la bandiera dell’unità.

aaa

LE MOTIVAZIONI
I due promotori, Giovanni Russo e Giovan Giuseppe Mellusi ritengono doveroso ottenere tale intitolazione anche per i seguenti motivi:

• La maggior parte delle unità attualmente in servizio sullo Stretto di Messina nella flotta RFI recano nomi calabresi o riferibili alla tradizione calabrese (Scilla, Villa, Iginia, Riace, Fata Morgana, Enotria e Reggio);
• Il Messina, prima nave a tre binari costruita per le FF.SS., fu particolarmente fortunata, in quanto unica a sopravvivere alle distruzioni del II conflitto mondiale e, perciò, destinata a ripristinare i collegamenti tra le due sponde dello Stretto nei difficili anni dell’occupazione Alleata (1944-45);
• Il nome di Messina, da circa un decennio, non compare più sotto quello delle singole unità di RFI, in quanto il Compartimento Marittimo di iscrizione è stato abolito e trasferito prima a Reggio Calabria e poi a Catania;
• La Città di Messina è oggi l’unica sede nazionale della Direzione Navigazione RFI;
• Il nome di una nave ha un valore altamente simbolico;
• Ogni nave diventa ambasciatore nel mondo della bandiera che inalbera e del nome che porta;
• Poter tornare ad ammirare il nome di Messina sui fianchi della costruenda unità sarebbe motivo di orgoglio per gli abitanti tutti della città e della provincia peloritana.

aaa

CONTATTI
Comitato pro nave traghetto Messina c/o Associazione Ferrovie Siciliane

Sede legale: Rione Santa Chiara Cpl Mimosa – 98121 Messina
Sede operativa: Viale Principe Umberto, 80 (c/o Istituto Antoniano Cristo Re) – 98121 Messina
Tel.: 3473354886
E.mail: info@ferroviesiciliane.it
Web: www.ferroviesiciliane.it
Web: www.associazioneferroviesiciliane.it

aaa

CARATTERISTICHE DELLA NAVE
Con la posa in bacino della prima sezione nave – un blocco del fondo preallestito – il 09/11/2011 si è svolta presso i Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara (il 18/11/2010 NCA è stato dichiarato aggiudicatario del bando di gara internazionale, indetto da RFI), la cerimonia di inizio dei lavori in bacino del nuovo train-ferry per Rete Ferroviaria Italiana.

Il Contratto per la progettazione e la costruzione della nuova nave (firmato a Palermo il 27 aprile 2011) prevede per RFI un investimento complessivo di 49,5 milioni di euro. La nave – di tipo Ro-Ro (Roll on/Roll off) monodirezionale, adibita al trasporto dei vagoni ferroviari, caricati senza l’ausilio di mezzi meccanici esterni – sarà lunga 147 metri fuori tutto e larga 18.7 metri fuori ossatura; avrà una portata di 2.500 tonnellate, una velocità di 18,7 nodi e sarà adibita al trasporto di passeggeri, autovetture, automezzi pesanti, carrozze e carri ferroviari nello Stretto di Messina.

Il traghetto potrà trasportare merci pericolose in colli e ferro cisterne. Il traghetto avrà inoltre alte prestazioni di manovrabilità, grazie all’installazione di 3 propulsori azimutali poppieri, 2 thrusters prodieri ed 1 timone di prua. Il contratto, firmato in data 27/04/2011, prevede la consegna nell’ultimo trimestre del 2012.

CARATTERISTICHE
• Lunghezza: 147 metri
• Larghezza: 18.7 metri
• Velocità di servizio: 18 nodi
• Portata lorda: 2500 tonnellate
• Propulsione: 3 motori Wartsila
• Manovra: 3 propulsori azimutali e 2 eliche di manovra
• Capacità trasporti passeggeri: 900 unità
• Accessi esterni: 1 rampa poppiera; 1 celata prodiera
• Capacità di carico (in alternativa): 15 carrozze; 27 carri; 24 rimorchi; 138 autoveicoli

aaa

LE FASI
• 11/10/2009
Rete Ferroviaria Italiana indice un bando internazionale per la costruzione di una nave ferroviaria a 4 binari per lo stretto di Messina con l’opzione per la costruzione di una seconda unità

• 18/11/2010
Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara (MS) si aggiudicano il bando internazionale indetto da Rete Ferroviaria Italiana per la costruzione della nuova nave ferroviaria. Valore complessivo dell’investimento di RFI 49,5 milioni di euro.

• 27/04/2011
A Palermo viene firmato il contratto per la progettazione e costruzione della nuova nave ferroviaria.

• 09/11/2011
Presso i NCA di Marina di Carrara (MS) con una breve cerimonia viene posato il primo blocco preallestito della nave. Per il cantieri si avvia la costruzione 1250 (C 1250). Si tratta del blocco FO07 di 47 tonnellate.

• 25/11/2011
A Messina viene costituito il Comitato pro nave traghetto Messina.

• 03/12/2011
Il Comitato pro nave traghetto Messina apre la petizione per dare il nome Messina al nuovo traghetto di RFI in costruzione presso i NCA.

• 28/02/2012
Nelle officine di taglio dei NCA viene steso e tagliato l’ultimo pannello per la C1250. Contestualmente all’ultimazzione di queste fasi lavorative e alla profonda crisi internazione per molti operai dei NCA si avvia una fase d’incertezza sul proprio futuro.

• 03/03/2012
Giovanni Russo visita i NCA di Marina di Carrara. I lavori di costruzione della nave C1250 per RFI procedono secondo le fasi previste dal contratto.

• 15/03/2012
Il Comitato pro nave traghetto Messina chiude la petizione con circa 1000 adesioni. Le firme raccolte a sostegno dell’iniziativa provengono da firmatari residenti in oltre 60 Comuni oltre quello di Messina.

• 29/03/2012
Viene trasmessa la petizione ai vertici  delle Ferrovie dello Stato Italiana e del Governo.

• 16/04/2012
A Palazzo dei Leoni, sede della Provincia Regionale di Messina, in una conferenza stampa viene fatto il punto sull’attività del Comitato e si presentano le prime immagini della nave in costruzione.
Michele Bisignano, Assessore all’area dello Stretto della Provincia Regionale di Messina, affiancano l’attività del Comitato.
Dario Lo Bosco, Presidente di RFI, fa sapere di essere disponibile a confrontarsi sulla richiesta inoltrata dal Comitato.

• 20/04/2012
Il sindaco Comune di Messina, Giuseppe Buzzanca, manifesta la propria disponibilità a sostenere l’attività del Comitato pro nave traghetto Messina.

• 26/04/2012
Il Sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, incontra a Palermo il Presidente di RFI, Dario Lo Bosco, che è disponibile al dialogo. Previsto un nuovo incontro a Roma con i vertici delle FSI.

• 23/05/2012
Le Ferrovie dello Stato Italiane comunicano al Comitato pro nave traghetto Messina di aver inviato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ai fini della relativa autorizzazione, l’indicazione del nome Messina per la nuova unità di RFI in costruzione presso i NCA di Marina di Carrara (MS).

• 23/07/2012
La nave traghetto Messina (C1250) è ultimata. Si attende la data del varo.

• 25/07/2012
Il varo della nave, programmato in data odierna, viene sospeso per la vertenza dei lavoratori dei NCA, cantiere navale a rischio chiusura dopo la consegna della (C 1250) nave traghetto Messina.

• 07/11/2012
La nave Messina, dopo settimane d’attesa, finalmente viene varata (varo tecnico) e lascia il bacino dei NCA per essere ormeggiata nel molo esterno del cantiere. Qui saranno ultimati i lavori d’allestimento, dotazioni di sicurezza e sistemi per la navigazione.

• 18/12/2012
Viene attivato il sistema AIS (Automatic Identification System) che permette di identificare e localizzare la nave.

• 26/01/2013
Iniziano le prove in mare. La nave da Massa Carrara percorre le prime miglia marine in direzione La Spezia.

• 06/04/2013
Inizia il trasferimento verso lo Stretto. Trainata da due rimorchiatori della Società Neri la nave Messina lascia il molo dei NCA di Marina di Carrara con destinazione Messina.

• 07/04/2013
Durante il trasferimento una fune utilizzata per il traino della nave Messina finisce sotto lo scafo e si avvolge nei propulsori. Si decide di rientrare e alle 7 del mattino la nave Messina è nuovamente a Marina di Carrara.

• 24/04/2013
Nelle prime ore della giornata la nave Messina con i propri mezzi lascia Marina di Carrara per dirigersi nello Stretto di Messina.

• 25/04/2013
Dopo un viaggio effettuato senza alcuna difficoltà, e con una velocità costante di 17 nodi, alle 12.01 la nave traghetto Messina passa sotto la Stele della Madonnina del porto di Messina suonando le sirene per annunciare il suo arrivo, seguono le sirene delle navi Scilla, Enotria e Logudoro che le danno il benvenuto.

• 26/04/2013
Tramite il ponte mobile della 2ª invasatura, che per la prima volta scende sulla prua della nave Messina, il suo ponte ferroviario ha continuità con la rete siciliana.

• 29/04/2013
Iniziano le prove con l’imbarco sul ponte ferroviario dei primi rotabili.

• 26/07/2013
Cerimonia di battesimo.

• 29/07/2013
La nave Messina entra ufficialmente in linea tra Messina e Villa San Giovanni.