Home Blog RFI, nuova nave ferroviaria per la prima volta sullo Stretto di Messina

RFI, nuova nave ferroviaria per la prima volta sullo Stretto di Messina

665
0

Nel tardo pomeriggio di oggi lo scafo della nuova nave ferroviaria di RFI per la prima volta ha solcato le acque dello Stretto di Messina “scortato” nelle acque antistanti Reggio Calabria dalla nave gemella Messina. Il nuovo traghetto il 4 settembre 2020 ha lasciato il cantiere Cimar di San Giorgio di Nogaro e sta facendo rotta verso Genova, rimorchiato da Gianemilio C., dove nei prossimi mesi sarà ultimata la sua costruzione. Consegna prevista nella primavera del 2021.

Per l’importante occasione abbiamo documentato questo primo passaggio sullo Stretto di Messina, con delle riprese realizzate  sotto i due grandi tralicci di Capo Peloro e Santa Trada, nel punto più vicino tra Sicilia e Calabria. Ben visibile il cavo d’acciaio che univa il rimorchiatore alla prua dello scafo del nuovo traghetto.

Da una nota diffusa delle Ferrovie dello Stato Italiane la nave dovrebbe chiamarsi Iginia. Un nome che a nostro parere non ha alcun legame con la marineria e la secolare storia della flotta FS, se non per essere appartenuto alla moglie di un ministro della Repubblica, oltre ad un traghetto che, per una serie di curiose coincidenze, per circa 40 anni ha navigato tra Sicilia e Calabria.

In copertina la nuova nave in transito, a rimorchio, davanti a Cannitello
Villa San Giovanni, 08 settembre 2020 | Video, Giovanni Russo

© Riproduzione riservata

(665)