Home Blog Esercitazione dei Vigili del Fuoco nella Galleria Peloritana

Esercitazione dei Vigili del Fuoco nella Galleria Peloritana

Esercitazione dei Vigili del Fuoco nella Galleria Peloritana
184
0

MESSINA – Venerdì 19 novembre, pochi minuti dopo l’ultimo transito ferroviario tra Messina Centrale e Villafranca Tirrena, il Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Messina in collaborazione con Rete Ferroviaria Italiana, ha svolto un’esercitazione antincendio all’interno della Galleria Peloritana. Lo scopo dell’attività è stato quello di testare le attuali procedure antincendio e se possibile elevare gli standard di sicurezza antincendio della galleria.

Per l’occasione è simulato un incendio a bordo di un treno in transito all’interno della galleria, a tal proposito, nel primo binario di Messina Centrale è stato predisposto un convoglio speciale composto rispettivamente dalla E656 041, da carri tipo Eaos, Gabs,Faccs e dalla E656 008 posizionata in coda.

Dopo il verde ricevuto dal DCO di Palermo e dalla DM di Messina il convoglio è stato instradato in direzione della Galleria Peloritana. Raggiunto il luogo prescelto, il personale di bordo del treno ha lanciato l’allarme ed i tecnici di RFI hanno subito contattato i Vigili del Fuoco di Messina che, attraverso la discenderia Monte Santo, (una delle 3 presenti nella galleria) hanno espletato l’attività di soccorso.

Costruita rispettando le più restrittive norme di sicurezza, la Galleria Peloritana è stata aperta al traffico ferroviario il 21/11/2001, si sviluppa per 12817 metri tra il km 213+257 e il km 226+074 della linea Messina-Palermo, collega Messina alla dorsale tirrenica siciliana; è la galleria ferroviaria più lunga di Sicilia e tra le prime 10 d’Italia.

In anteprima i mezzi dei Vigili del Fuoco nel piazzale della discenderia Montesanto
Messina, 20 novembre 2010 | Foto, Giovanni Russo

© Riservato ogni diritto e utilizzo


Ferrovie Siciliane è un’Associazione indipendente che espone argomenti di mobilità e infrastrutture con dati e esperienze dirette. Non riceviamo finanziamenti pubblici o privati per la gestione di questo blog cosi come di tutte le attività culturali, didattiche e di tutela. Chiunque può sostenerci attraverso una donazione con PayPal.

(184)