Home Blog La rete ferroviaria siciliana controllata con gli ultrasuoni
La rete ferroviaria siciliana controllata con gli ultrasuoni

La rete ferroviaria siciliana controllata con gli ultrasuoni

283
0

Da circa una settimana le linee ferroviarie siciliane sono nuovamente interessate da una serie di controlli strumentali non distruttivi con ultrasuoni per la ricerca di difetti alle rotaie, alle saldature, agli apparecchi del binario e ai giunti. La verifica è completamente automatizzata e fa seguito al controllo che da mesi è in corso su tutta la rete nazionale.

L’affidamento del servizio, che per l’intera rete nazionale ha un valore di circa 16 milioni di euro, è stato affidato da RFI alla Sperry Rail International con sede in Derwent House (Londra). Come documentato da queste immagini lo scorso sabato il treno speciale che in composizione ha il carro diagnostico SRS 240 (NEV numero 99949529001-0) è stato utilizzato per la verifica della ferrovia Messina-Palermo.

In anteprima il convoglio speciale con il carro SRS 240
Sant’Agata di Militello, 27 febbraio 2021 | Foto, Gaetano Curasì

© Riproduzione riservata

(283)