Home CPFVA Comitato pro ferrovia Valle Alcantara chiede a RFI l’accesso agli atti sul progetto di ripristino della ferrovia Alcantara-Randazzo

Comitato pro ferrovia Valle Alcantara chiede a RFI l’accesso agli atti sul progetto di ripristino della ferrovia Alcantara-Randazzo

Comitato pro ferrovia Valle Alcantara chiede a RFI l’accesso agli atti sul progetto di ripristino della ferrovia Alcantara-Randazzo
272
0

MESSINA – A seguito della nota del 15/02/2022 con cui tredici sindaci della Valle Alcantara (Taormina, Giardini Naxos, Gaggi, Graniti, Castiglione di Sicilia, Francavilla di Sicilia, Motta Camastra, Moio Alcantara, Malvagna, Roccella Valdemone, Santa Domenica Vittoria, Floresta, Randazzo), sollecitati dal nostro Comitato, hanno chiesto l’intervento della Regione Siciliana affinché si ponesse la necessaria attenzione al procedimento di riattivazione della ferrovia Alcantara-Randazzo, non soltanto come ferrovia turistica, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha chiesto, con una nota del 01/08/2022, inviata per conoscenza a tutti i sindaci interessati ed al nostro Comitato, chiarimenti a RFI.

In particolare, la nota chiede di ricevere notizie sul ripristino della linea dismessa, citando testualmente il parere del Ministero dell’Ambiente che, approvando il raddoppio Fiumefreddo-Giampilieri, prescriveva a RFI la redazione del progetto di ripristino della linea. Nello specifico chiede, “con cortese urgenza notizie in ordine allo stato di avanzamento delle suddette attività progettuali”.

Va rammentato che tale parere era stato oggetto di una precedente iniziativa del nostro Comitato che nel novembre 2021 aveva già chiesto notizie a RFI sull’attuazione dell’intervento, non ricevendo risposta. Successivamente, il Comitato si era attivato presso gli amministratori locali e si è fatto promotore di una partecipata conferenza tenutasi il 05/03/2022 presso la stazione FS di Taormina-Giardini, alla presenza degli stessi amministratori che ne hanno chiesto la riattivazione a favore della mobilità del territorio.

L’intervento della Regione Siciliana, che rivendica nella missiva il proprio ruolo di “Ente Vigilante” rappresenta quindi un successo dell’azione incessante del Comitato pro ferrovia Valle Alcantara che, come si è visto, ancora una volta ha dato i propri frutti.

Tuttavia, la nostra azione non si ferma qui. In data 05/08/2022, il Comitato ha nuovamente ribadito a RFI la propria richiesta di informazioni, dettagliandola con precisione alla luce delle norme sulla trasparenza che garantiscono ad ogni cittadino l’accesso agli atti amministrativi sul progetto di ripristino.

Quanto sopra dimostra, ancora una volta, la concretezza dell’azione del Comitato pro ferrovia Valle Alcantara che, senza proclami e in modo indipendente, lavorando in sinergia con le amministrazioni locali, fa registrare un nuovo e significativo passi avanti nella lunga marcia per la restituzione della linea ferroviaria Alcantara-Randazzo ai loro veri proprietari: i cittadini.

Il Comitato pro ferrovia Valle Alcantara è stato costituito il 06/06/2020 dall’Associazione Ferrovie Siciliane, presieduta da Giovanni Russo, e da Sicilia in Progress, rappresentata da Roberto Di Maria. La sua finalità è lo sviluppo della mobilità ferroviaria nella Valle dell’Alcantara, includendo la storica stazione FS di Taormina-Giardini. Un patrimonio che va tutelato attraverso sistemi di mobilità sostenibile che, partendo dalle infrastrutture esistenti, garantiscano lo sviluppo mantenendo il rispetto del territorio. Un “ponte” tra la provincia di Messina e Catania con il centro della Sicilia.

COMITATO PRO FERROVIA VALLE ALCANTARA

In anteprima la nota inviata a RFI della Regione Siciliana a firma del presidente Nello Musumeci
Palermo, 01 Agosto 2022 | Documento, Regione Siciliana

© Riservato ogni diritto e utilizzo

Ferrovie Siciliane è un’Associazione indipendente che espone argomenti di mobilità e infrastrutture con dati e esperienze dirette. Non riceviamo finanziamenti pubblici o privati per la gestione di questo blog cosi come di tutte le attività culturali, didattiche e di tutela.

• Sostieni il nostro progetto attraverso una donazione con PayPal.

(272)