Home CPFVA [CPFVA] Sit-in 5 marzo 2022, precisazione articoli pubblicati su La Sicilia e Gazzetta del Sud

[CPFVA] Sit-in 5 marzo 2022, precisazione articoli pubblicati su La Sicilia e Gazzetta del Sud

[CPFVA] Sit-in 5 marzo 2022, precisazione articoli pubblicati su La Sicilia e Gazzetta del Sud
63
0

MESSINA – Facendo seguito agli articoli di stampa pubblicati su La Sicilia in data 06/03 e 09/03, nonché su Gazzetta del Sud in data 10/03, il Comitato pro ferrovia Valle Alcantara desidera precisare che la problematica attinente all’accesso dei mezzi pesanti nella frazione Trappitello, a Taormina, non era l’argomento della manifestazione organizzata il 5 marzo 2022 presso la stazione FS di Taormina-Giardini, tenutasi peraltro alla presenza di numerosi rappresentanti di Enti territoriali e di tutela dell’intera Valle Alcantara.

• 06/03/2022 > La Sicilia: “In piazza a Villagonia per dire no ai camion nel cuore di Trappitello
• 09/03/2022 > La Sicilia: “Alt ai camion, oggi si costituisce il comitato di Trappitello
• 10/03/2022 > Gazzetta del Sud: “Raddoppio ferroviario, salta l’attesa strada “salva traffico

Dal momento che negli articoli sopra esposti tali finalità non sono emerse con la dovuta chiarezza, ci corre l’obbligo precisare che il sit-in sopra citato aveva come oggetto il ripristino all’esercizio commerciale della linea ferroviaria dismessa Alcantara-Randazzo. Finalità che, da quanto è stato evidenziato dagli interventi che si sono susseguiti in quella sede (come testimonia il filmato integrale pubblicato nella nota “Ferrovia Alcantara-Randazzo, dal sit-in di Taormina il territorio chiede il ripristino della linea“) è ampiamente condivisa dai rappresentanti degli Enti Locali.

Ad ulteriore chiarimento, ribadiamo che per “esercizio commerciale” si intende servizio regolare, del tutto simile al servizio di Trasporto Pubblico Locale ferroviario effettuato sulla rete siciliana, con un orario che copra l’intera giornata, sette giorni la settimana, tutti i giorni dell’anno. Un servizio richiesto a gran voce dagli amministratori locali, come risulta dalla nota inviata il 15 febbraio 2022 al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, sottoscritta da ben tredici sindaci, con la quale si chiedeva un suo sollecito intervento a garanzia del ripristino della linea all’esercizio commerciale.

Tale finalità non può e non deve assolutamente essere confusa, come purtroppo è apparso dalla lettura degli articoli sopra richiamati, con l’utilizzo della linea dismessa come “ferrovia turistica”, dove l’infrastruttura sarebbe limitata a pochi treni al mese, effettuati con rotabili storici, ad esclusivo beneficio di qualche decina di turisti.

Per quanto concerne la problematica attinente l’accesso dei mezzi pesanti a Trappitello, gli scriventi hanno già manifestato, in quella sede, la propria adesione alle iniziative volte a salvaguardare il sedime della linea dismessa da eventuali utilizzi come pista di cantiere, peraltro per periodi di tempo incompatibili con il suo sollecito ripristino.

Comitato pro ferrovia Valle Alcantara

© Riservato ogni diritto e utilizzo

Ferrovie Siciliane è un’Associazione indipendente che espone argomenti di mobilità e infrastrutture con dati e esperienze dirette. Non riceviamo finanziamenti pubblici o privati per la gestione di questo blog cosi come di tutte le attività culturali, didattiche e di tutela. Chiunque può sostenerci attraverso una donazione con PayPal.

(63)