Home La Nostra Storia Mascali e l’eruzione del 1928

Mascali e l’eruzione del 1928

Mascali e l’eruzione del 1928
82
0

MASCALI – Il 2 novembre 1928 da una frattura apertasi sul versante est dell’Etna a quota 2600 metri s.l.m. prese inizio una nuova e imponente eruzione del vulcano più alto d’Europa che per ben 28 giorni devastò quanto ostacolasse il suo percorso. La prima frattura fu seguita da altre due spaccature aperte il 3 novembre a quota 2100 metri s.l.m. e il 4 novembre a quota 1200 metri s.l.m. Quest’ultima, grazie ad un magma particolarmente fluido, inizio a scendere dai torrenti Pietrafucile e Vallonazzo riuscendo ad estendersi in lunghezza per ben 8 km portando nei giorni a seguire distruzione fin dentro la città di Mascali dove creò ingenti danni alle abitazioni, e come testimonia questa cartolina d’epoca, il 10 novembre raggiunse e distrusse anche la stazione ferroviaria di Mascali.

Mascali, 10/11/1928 | Foto, coll.ne Giovanni Russo
La Nostra Storia n. 033 del 01/09/2011

© Riservato ogni diritto e utilizzo

Ferrovie Siciliane è un’Associazione indipendente che espone argomenti di mobilità e infrastrutture con dati e esperienze dirette. Non riceviamo finanziamenti pubblici o privati per la gestione di questo blog cosi come di tutte le attività culturali, didattiche e di tutela.

• Sostieni il nostro progetto attraverso una donazione con PayPal.

(82)