Home Blog Successo del flash mob per il ponte sullo Stretto e infrastrutture al sud
Successo del flash mob per il ponte sullo Stretto e infrastrutture al sud

Successo del flash mob per il ponte sullo Stretto e infrastrutture al sud

101
0

L’Associazione Ferrovie Siciliane, che ha sentitamente aderito all’iniziativa, si complimenta con gli organizzatori e con quanti hanno aderito per il grande successo del flash mob che si è svolto ieri a piazza Unione Europea, a Messina.

Nonostante la caldissima giornata, circa 300 persone, molte di queste rappresentanti di gruppi e associazioni, hanno partecipato al flash mob organizzato da Rete Civica per le Infrastrutture nel Mezzogiorno per dire No al razzismo infrastrutturale nei confronti del Sud e della Sicilia.

Infrastrutture di cui il territorio siciliano ha urgente bisogno: dal Ponte sullo Stretto alle infrastrutture ferroviarie e stradali, quelle indispensabili per “ricucire” un territorio in cui vivono 5 milioni di siciliani che rischia concretamente di non recuperare più quel divario infrastrutturale di circa 20 anni con il nord Italia e di circa 40 anni con l’Europa.

Ancora una volta vogliamo rimarcare che la nostra Associazione è stata l’unica organizzazione siciliana che si occupa di ferrovie e mobilità ad aver aderito alla manifestazione. Unica eccezione il nostro Comitato pro Ferrovia Valle Alcantara.

Questo il comunicato Gianfranco Furnari (amministratore della pagina “Ponte sullo Stretto di Messina”):

—–

IN GINOCCHIO PER DIRE NO AL RAZZISMO INFRASTRUTTURALE

Questa mattina si è svolto il Flash Mob a sostegno delle Infrastrutture al Sud ed in Sicilia. Ringraziamo tutti coloro che hanno preso parte alla manifestazione, che si sono inginocchiati per dire No al razzismo infrastrutturale nei confronti del Sud e della Sicilia. Ringraziamo i tanti politici, a cui non smetteremo mai di ripetere di fare squadra, l’unione e non l’individualismo è l’unico modo per andare lontani. Ringraziamo i giornalisti per essere stati testimoni dell’evento e che faranno da megafono alle richieste della società civile. Tra i tanti giornalisti vogliamo citarne uno, che ci ha accompagnato in queste settimane di organizzazione, Fabio B., grazie, grazie, grazie a tutti.  Ringraziamo anche chi non è potuto essere presente, ma ha mostrato solidarietà verso l’evento.  Ringraziamo anche chi non la pensa come noi, ma sicuramente ha colto il senso allargato della nostra manifestazione. In fondo chiediamo entrambi che il territorio cambi passo. Di seguito l’elenco dei promotori e di chi ha aderito alla manifestazione:
· Cisl;
· Uil;
· Rete Civica per le Infrastrutture nel Mezzogiorno;
· Forza Italia; Sicilia Futura-Italia Viva;
· Ora-Sicilia al centro;
· Vox Italia;
· Fratelli d’Italia;
· CittadinanzAttiva;
· Movimento cristiano lavoratori;
· Movimento 24 agosto di Pino Aprile;
· Ordine degli Architetti di Messina;
· Capitale Messina;
· Comitato pro Ferrovia Valle Alcantara;
· Associazione Ferrovie Siciliane;
· Claai;
· Casartigiani dei Nebrodi;
· Sicindustria;
· Confcommercio;
· Movimento dei Forconi;
· Diventerà Bellissima;
· Comitato Pro Raddoppio SS 284;
· Sicilians;
· NuovaMente Villafranca;
· ADOC Sicilia;
· Popolari e Autonomisti (MPA);
· Ordine degli Ingegneri di Messina;
· Consiglio Notarile di Messina;
· U.Di.Con;
· CISS Centro internazionale di Studi Sturziani;
· diverse organizzazioni studentesche e realtà giovanili (giovani Lega, giovani FdI, “Sud” , “I Figli di Ippocrate” e “Athena”);

In anteprima un momento del flash mob a Piazza Unione Europea
Messina, 31 luglio 2020 | Foto, Roberto Di Maria

© Riproduzione riservata

(101)