Home Notizie Il Consiglio Comunale di Giardini Naxos delibera la tutela della linea ferrata e stazione
Il Consiglio Comunale di Giardini Naxos delibera la tutela della linea ferrata e stazione

Il Consiglio Comunale di Giardini Naxos delibera la tutela della linea ferrata e stazione

175
0

GIARDINI NAXOS – Il Consiglio Comunale di Giardini Naxos nella giornata di ieri ha approvato una delibera con cui si dichiara contrario alla dismissione dell’attuale linea tra le stazioni di Letojanni e Alcantara, nell’ambito del raddoppio ferroviario della linea Messina – Catania in fase di progettazione definitiva. Nello stesso atto, il Consiglio richiede ufficialmente a Rete Ferroviaria Italiana il mantenimento dell’attuale tratta come linea dedicata al trasporto regionale.

Con i fatti sanciti dal Comune di Giardini Naxos si pone un passo fondamentale sia per il mantenimento della linea ferrata che della stazione FS di Taormina-Giardini, risalente agli anni ’20, dal valore storico ed architettonico inestimabile, che ha rischiato, oltre alla dismissione, di diventare un museo nel nulla. Proprio su questo punto giorni fa  era stato molto chiaro nell’intervista che ci aveva rilasciato il sindaco Pancrazio Lo Turco (vedi notizia del 13/04/2018).

Un risultato importantissimo ottenuto grazie alla sensibilizzazione del territorio avviata dalla nostra Associazione già dalla conferenza tenutasi a Giardini Naxos il 10/03/2017 dove abbiamo ipotizzato, tra le altre, la possibilità di mantenere attiva l’attuale linea per i treni regionali e per la realizzazione di un servizio metroferroviario locale.

Va altresì sottolineato che in tal modo si renderà possibile il recupero della linea ferroviaria Alcantara-Randazzo, attualmente relegata al ruolo di “ferrovia turistica”, i cui primi 3 km saranno utilizzati per la necessaria interconnessione alla nuova variante a doppio binario in contrada Trappitello.

L’Associazione Ferrovie Siciliane, forte di questo nuovo successo, oltre a seguire l’evolversi degli sviluppi di questo progetto, continua ad impegnarsi non solo per la salvaguardia del patrimonio ferroviario siciliano, ma anche per il suo rilancio in chiave di accessibilità eco-compatibile per lo sviluppo del territorio.

Giovanni Russo

Nella foto il treno ICN 1959 Roma – Siracusa, titolare la E656 074, in transito nel tratto di ferrovia che costeggia l’Isola Bella
Taormina, 19 febbario 2017 | Foto, Antonio Scalzo

Accedi/Registrati per commentare nel forum

(175)