Addio nave traghetto Iginia

Dopo 46 anni di vita, di cui 44 in linea tra Sicilia e Calabria, la nave ferroviaria Iginia, soprannominata transatlantico per le sue linee e gli eleganti saloni che ricordavano navi più prestigiose, il 13 maggio 2015 ha lasciato definitivamente lo Stretto di Messina. Il traghetto delle Ferrovie dello Stato, che ha navigato tra Messina e Villa San Giovanni dal 1 ottobre 1969 al 23 dicembre 2013, trainato dal rimorchiatore Europe, è transitato sotto la Stele della Madonnina del porto peloritano alle 16,13.

Complesse le manovre per spostare la nave dalla 1ª invasatura di Messina al molo Colapesce, in più occasioni “disturbate” dalle sirene delle navi Messina e Villa che salutavano il vecchio traghetto, ed eseguite con l’ausilio dei rimorchiatori Macistone e Grifone. Sul molo il personale del rimorchiatore Europe ha ultimato i lavori per trainare la nave nel suo ultimo viaggio.

Il convoglio, navigando a una velocità di circa quattro nodi, è arrivato ad Aliaga (Turchia) la mattina del 19 maggio, e il cantiere ha iniziato i lavori di demolizione il 3 giugno 2015.

Con la partenza dell’Iginia si è conclusa una lunga fase di confronto tra l’Associazione Ferrovie Siciliane e la Direzione Navigazione di RFI, che ha portato alla conservazione di numerosi strumenti e simboli della nave, come il grande fregio FS posto sulla celata (dimensioni cm 112·112·10 per 330 kg), e che in futuro potrebbero essere esposti in modo permanente.

Giovanni Russo

Collegamenti esterni
· Video: Addio nave traghetto Iginia
· Foto: 1 | 2

20150604 - 280_8073 20150513 Messina - RFI - Iginia + Picciotto-Capiece - Macistone + Grifone - 800px