Un nuovo futuro per la scialuppa 1 della nave traghetto Cariddi

Giornata intensa e carica di emozioni quella appena trascorsa. Tutto ha avuto inizio nel primo pomeriggio di oggi, presente il presidente dell’Associazione Ferrovie Siciliane, Giovanni Russo, quando, al cantiere navale La.Re.Sub., sito nella zona a valle del viale Annunziata di Messina,  sono iniziate le manovre per il trasferimento di una delle sei scialuppe che erano in dotazione alla nave traghetto Cariddi; ex flotta FS (1953-1991) e acquisita nel 1991 dalla Provincia Regionale di Messina.

La scialuppa “1”, recuperata con altre quattro lance identiche e numerosi altri oggetti riemersi dopo l’affondamento del traghetto ferroviario avvenuto il 14/03/2006, in questi giorni è entrata ufficialmente nei beni di proprietà dell’Associazione Ferrovie Siciliane che, attraverso un bando pubblico, ha chiesto e ricevuto il reperto dalla Provincia Regionale di Messina che ne deteneva la proprietà.

Il trasferimento della scialuppa, che ha dimensioni pari a 9,15 x 3,23 x 1,37 metri e un peso di circa 3 tonnellate, ha richiesto un sforzo ingente e un’attenzione speciale, ed è avvenuto con un mezzo stradale per trasporti eccezionali lungo 18 metri. Attraverso le vie principali della città peloritana, ne ha garantito il trasferimento fino all’Arsenale Militare di Messina in totale sicurezza.

Nelle prossime settimane la scialuppa “1” riceverà alcuni lavori di restauro, successivamente sarà esposta all’interno della base navale con altri  pezzi unici custoditi dello storico stabilimento industriale della Marina Militare.

I materiali utilizzati e la caratteristica costruzione con chiodatura per fissare i vari strati dall’alluminio che compongono l’intero scafo, rende oggi la scialuppa “1” unica e allo stesso tempo rara, mostrando un modo di costruire che appartiene al passato. Insieme ad altri piccoli reperti custoditi dall’Istituto Nautico Caio Duilio di Messina, la scialuppa “1” è il più grande reperto conservato di una delle navi più importanti della flotta FS quale fu la nave Cariddi.

Giovanni Russo

Caratteristiche della scialuppa “1”
– Costruttore: Bianchi & Cecchi – Cogoleto (GE)
– Anno di costruzione: 1960
– Materiali: Alluminio, acciaio, legno
– Dimensioni: 9,15 x 3,23 x 1,37 metri
– Capacità: 95 persone

Caratteristiche della nave “Cariddi”
– IMO: 5063552
– Anno costruzione: 1953
– Costruttore: Cantiere del Tirreno, Riva Trigoso (Italia)
– Lunghezza: 123,10 metri
– Larghezza: 17,70 metri
– Dislocamento: 4500 tonnellate
– Velocità: 15,5 nodi
– Tipologia trasporto: Passeggeri, treni, automezzi
– Passeggeri: 1800
– Binari: 4