Eternit alla stazione di Roveto, scatta la segnalazione di FERROVIE SICILIANE

NOTO – Il 7 giugno 2011 l’Associazione FERROVIE SICILIANE, impegnata da anni nella costante opera di monitoraggio di reperti e infrastrutture di particolare rilevanza storica ha rinvenuto nel piazzale interno della stazione di Roveto Bimmisca (ex linea ferroviaria Noto – Pachino), posta al km 7+300 della SP 19 che collega le città di Noto (SR) e Pachino (SR), due discariche abusive di “eternit”, materiale composto da cemento e amianto, prodotto messo al bando dalla Legge 257/1992 che ne riconosce i gravi rischi per la salute.

 

dscf1163-20110607-noto-roveto-bimmisca

Le due discariche abusive di eternit (cemento - amianto) a ridosso dell'ex fabbricato viaggiatori della stazione ferroviaria di Roveto Bimmisca, linea Noto - Pachino - Data 07/06/2011 > Foto: Emerico AMARI

 

FERROVIE SICILIANE da tempo ha attenzionato la tratta dismessa Noto – Pachino. A tal proposito vorremmo ricordare le due manifestazioni realizzate nel 2010 e 2011 in occasione della “Giornata Nazionale delle ferrovie dimenticate” volte alla bonifica di aree di particolare pregio architettonico e storico culturale. Manifestazioni realizzate con il Patrocinio del Gruppo FERROVIE DELLO STATO e di autorevoli Enti locali che, grazie alla loro attenzione, hanno permesso di restituire alla libera fruizione le aree delle stazioni di Roveto Bimmisca, Marzamemi e ben 2 km di linea ferrata, facendo riscoprire uno tra i più suggestivi tratti di ferrovia d’Italia che passa a ridosso della Riserva Naturale Orientata di Vendicari.

Altresì vorremmo ricordare il sopralluogo avvenuto lo scorso settembre che mise in luce alcune appropriazioni abusive in località Lido di Noto e che ha permesso la loro definitiva rimozione.

 

img_6941-20100307-noto-roveto-bimmisca

La stazione di Roveto Bimmisca come si presentava nel 2010 dopo l'intervento di bonifica effettuato da FERROVIE SICILIANE per far riscoprire quest'importante linea ferroviaria - Data 07/03/2010 > Foto: Giovanni RUSSO

 

Visto il costante impegno speso dall’Associazione, costituita per tutelare il patrimonio storico del trasporto pubblico siciliano, nei giorni scorsi è stato chiesto, agli organi preposti, un tempestivo intervento atto a rimuovere le due discariche pericolose per la salute pubblica, che vanificano l’opera da Noi intrapresa dallo scorso anno.

L’Associazione continuerà a monitorare lo stato di conservazione della suddetta infrastruttura segnalando agli Enti competenti tutti quei casi che dovessero risultare irregolari anche in altre linee e infrastrutture dell’isola.

Copyright © 2011 FERROVIE SICILIANE