Nuova trasferta sarda per la nave Scilla

MESSINA – Alle 16.00 del 19/04/2011, la nave “Scilla”, traghetto ferroviario della flotta di RFI/Bluvia, è salpata dall’impianto di Messina Marittima per una nuova trasferta nella terra dei quattro mori. Con una velocità di 15.6 nodi, alle 16.34 lo “Scilla” usciva dalle acque dello Stretto passando davanti al borgo marinaro di Scilla (Reggio Calabria) e alle 18.00 già navigava ad est dall’isola di Stromboli (Messina), da qui, la lunga rotta fino a Civitavecchia (Roma). Dal porto laziale la nave effettuerà una serie di trasferimenti di rotabili ferroviari con l’impianto di Golfo Aranci (Olbia Tempio).

 

143_4321-20110419-scilla-rc-nt-scilla-800

La nave traghetto "Scilla" ripresa durante la navigazione davanti il borgo marinaro di Scilla - Luogo e Data: Scilla (Reggio Calabria) 19/04/2011 > Foto: Giovanni RUSSO

 

Dopo la definitiva soppressione della rotta sarda che collegava le invasature ferroviarie di Civitavecchia e Golfo Aranci e il fermo delle unità che espletavano servizio lungo questa rotta “Logudoro” e “Garibaldi”, quest’ultima demolita, dal 2009 le navi dell’impianto di Messina, effettuano periodicamente corse mare a chiamata tra il Continente e la Sardegna.

Con la partenza dalle acque dello Stretto della nave traghetto “Scilla”, il servizio ferroviario e la continuità territoriale tra Sicilia e il Continente vengono garantiti dalle navi “Villa” e “Iginia”.

Copyright © 2011 FERROVIE SICILIANE – Commenta la news nel FORUM